La causa

Chi noi siamo?

Christophe:

Christopher Locascio ha trascorso gli ultimi 18 anni che vivono nel Sud Est Asiatico. Trascorre tutta la sua vita prendersi cura dei suoi animali, alcuni dei quali sono stati vittime di traffico e l'abuso. Egli si prende cura di loro, li ama e si prende cura di loro nella sua proprietà privata e a sue spese.

Christophe

Théo:

Theo Fournier ha lavorato con Christophe per un anno e condivide la sua passione per gli animali. Un viaggiatore esperto, tra il Sud America e Sud-Est asiatico, la sua motivazione per aiutare gli animali e per denunciare le ingiustizie spinto ad investire tutto il suo tempo fino a quando ogni pericolo è stata respinta per Bouba.

Theo

Cosa siamo fare per lei?

Per noi, il posto migliore per gli orsi è la natura. Ma, purtroppo, quando un orso è stato di tenere in cattività troppo lungo o quando un nuovo nato non hanno madre, di liberarlo in natura è una condanna a morte che dà la quantità di pericolo che lo circonda.
Per questo motivo, abbiamo cercato di ricreare in quanto abbiamo potuto un ambiente naturale per Bouba. Abbiamo trascorso tutta la nostra energia in questo progetto da quando è arrivata e in questo momento stiamo raggiungendo il nostro obiettivo: per ottenere la sua più felice possibile dalla complicità con le sue compagne, il grande recinto privato, l'autosufficienza alimentare ...
Fino a pochi mesi fa, abbiamo ringraziato che la parte più difficile era finita, ma è stato di gran lunga per essere vero ...

Perchè erano creando freebouba?

Perché Bouba ha attirato la concupiscenza della ONG Freethebears. Un orso che è così abituato e in cerca di compagnia umana sarebbe un attrazione principale e una facciata più redditizio per una organizzazione che vanta sul suo sito di aver "più di duecentomila visitatori l'anno solo in Laos"

Essi spiegano sul loro sito web che ci sono un sacco di orsi che vivono in Laos in condizioni miserabili, torturati o semplicemente venduti come carne in alcuni ristoranti. Ma, ovviamente, questi orsi non sono stati considerati come la priorità ...

Per due volte, hanno cercato di impadronirsi illegalmente Bouba. Arrivando in numero e armati con gabbia, ritornano senza autorizzazione sulla sua proprietà privata. Il direttore di Freethebears, Matt HUNT, e il suo manager Luke NICHOLSON, ha fatto un viaggio di andata dalla città di Luang Prabang (oltre 400km), con diversi veicoli non idonei e sottodimensionati gabbie di trasferimento.

Fortunatamente per il signor Locascio, la presenza del suo animale è abbastanza legale, ufficiale, ed è stato oggetto di lunghi passi per il massimo livello di amministrazione. Tuttavia, questo non scoraggia i membri di questa ONG che non esitano ad utilizzare metodi quali: la corruzione, il lavoro senza l'autorizzazione dello Stato, violazione della proprietà privata, la rappresentazione della propria identità, testimoni subordinazione e minacce verbali.

Per queste ragioni, abbiamo bisogno di tutto il vostro sostegno, per rendere Bouba ben noti e tenerla al sicuro.

Una parola da protettori

«Se una persona fa un desiderio, esso rimane un desiderio. Se un migliaio di persone
fare lo stesso desiderio insieme, diventa una realtà! »

Da solo, garantendo la sicurezza di Bouba è impossibile, ma insieme
diventa facile!

Tutti noi desideriamo che BOUBA amato e protetto, rimane a casa nella sua
famiglia adottiva ..

Contiamo sul vostro sostegno. Christophe, la moglie e Theo grazie
per il vostro impegno!

Viva a Bouba!

Agire ora!

Agire per Bouba, mettersi in gioco per la causa
e firmare la petizione ora! Abbiamo bisogno del vostro sostegno.