Il lato nascosto (LATO OSCURO)

della ONG Freethebears

 

macchine costose, orologio d'oro, casa enorme e lussuosa sono, purtroppo, i segni distintivi di alcune ONG in via di sviluppo.

piscine-Cambodge-freethebears

L'ONG "Freethebears" è uno di loro.

Questa casa sarebbe stata fornita da un collaboratore generoso

Questa casa, vicino alla Cambogia Capital City, dove vivono alcuni membri dell'organizzazione, sarebbe stato fornito da un collaboratore generoso.

Matt Hunt (amministratore delegato e direttore SE Asia programma, liberare gli orsi)

Matt has spent the past 8 years developing wildlife law enforcement teams and creating environmental education programs to increase environmental awareness amongst local adults and children.

Matt Hunt CEO liberare i Bears

Scommesse sulla ignoranza dei loro collaboratori e volontari, alcuni non esitano a realtà le frodi per aumentare le loro donazioni. Sono uomo d'affari senza scrupoli che non esitano a mantenere traficking per giustificare la loro presenza, e godendo di un comfort e vita lussuosa che non è accessibile al maggior numero di persone che vivono nel paese. Nella foto chiaramente falso, l'ONG fingendo che hanno un contatto diretto con gli orsi.

La corruzione, il lavoro illegale, violazione di domicilio in una proprietà privata, il furto di identità, testimone manomissioni e minacce verbali sono i loro metodi usuali.
Così come l'arroganza e disprezzo verso le culture locali, al punto che sono appena in grado di dire qualche parola nella lingua del paese.

In questo caso, a Freethebears, nessun lavoratore laotiano ha un potere decisionale ei volontari che cercano di criticare i loro metodi sono rapidamente chiamare per gli ordini.
Agendo come un rullo compressore, ascoltano solo per la propria legge, e non la mente ad allontanare altre ONG di protezione dell'animale.

Mr. Christophe Locascio imparare nel modo più duro. Vivere per 18 anni nel Sud Est asiatico, passa la maggior parte del suo tempo a prendersi cura dei suoi animali, alcuni dei quali sono stati vittime di abusi o di traffico, nella sua proprietà privata e a sue spese.
Il suo animale preferito, un orso nero di nome Bouba, ha sollevato l'avidità della ONG Freethebears.

Per due volte, hanno illegalmente cercano di prendere il suo orso.

Venendo con molte persone, con gabbie, loro trasgressione sua proprietà privata.

Luckily for Mr Locascio, the presence of his animal is completely legal and official, and was the object of a long process at the highest level of the administration.

Il direttore di Freethebears, Matt Hunt, e il suo direttore, il Sig Luca NICHOLSON, ha fatto il viaggio di andata da Luang Prabang (più di 400 km) con diversi veicoli non adattati e gabbie di trasferimento sottodimensionati, costringendo l'amministrazione laotiano per i viaggi non necessari, per non ragione e senza alcun risultato.

È un dato di fatto, il sig Locascio vuole ringraziare l'autorità per la loro onestà. Per due volte, hanno chiesto ai membri del freethebear organizzazione di lasciare è di proprietà e di lasciare il suo orso.

La targa gialla e nera riposare per veicoli privati ​​e non ONG.

Trasferimento di animali protetti in Laos è vietata in quelle macchine.

L'organizzazione FREETHEBEARS.

Bouba e Christophe

Il motivo del suo interesse è che Bouba è piuttosto un orso speciale: vive con un essere umano, giocare e mangiare con lui diverse ore al giorno.

Nel suo parco 3000m2, con una piscina di acqua dolce e di un ventilatore industriale, Bouba ha una qualità di vita eccezionale in Laos.

Un orso così abituati a - e appassionato di - presenza umana sarebbe una grande attrazione e una facciata molto redditizio per l'organizzazione.

Bouba e Christophe